Pubblicazioni Chi siamo Sei Sigma Tecniche Corsi Formazione Consulenza Index
Settembre - Ottobre 2017
Termine iscrizione:
5 Settembre 2017.
LEAN SIX SIGMA
Green Belt

Corso per Capi Reparto e Responsabili di Area: per ridurre i costi, migliorare la qualità, l'efficienza e prepararvi al Piano Nazionale Industria 4.0.
(Industria Chimico-Farmaceutica e Medical Devices - 56/h)


Il corso si svolgerà presso:
Hotel Marconi, Milano - tel: 02 66985561
Via Fabio filzi, 24 (Zona Stazione Centrale)
(cartina)





Docente: Rinaldo Tartari

Argomenti Trattati al corso di Alta Formazione in Lean Six Sigma:
  • Define: introduzione al Six Sigma Management (i processi di business; identificazione dei bisogni del mercato; Business Process Objectives e Balanced Scorecard); sviluppo del Project Chart; la formazione del team efficiente; identificazione del cliente e dei suoi bisogni (VOC, CCR); mappa del processo (SIPOC e Value Stream Mapping); identificazione delle fasi a valore aggiunto e degli sprechi; analisi degli stakeholders.
  • Measure: identificazione degli indicatori e delle misure; misure e indicatori lean manufacturing (le sette muda); definizione operativa delle misure; piano raccolta dati; campionamento; misurazione delle prestazioni-insuccessi attuali (Lean e Six Sigma); valutazione della variabilità del processo; [modello gaussiano: indici di posizione, indici di dispersione, distribuzione di frequenza e istogramma, standardizzazione della gaussiana, il teorema del limite centrale; process capability short e long term (Cp, Cpk e Pp, Ppk), analisi del sistema di misura, variabilità e stabilità dei processi, dynamic mean variation]; Zeta Score e metriche Six Sigma: DPMO, PPM, rendimento al primo passaggio, Rolled Throughput Yeld; costi della non qualità.
  • Analyze: analisi delle relazioni “output-input”; identificazione della “root cause”; analisi FMEA; analisi dei processi: il work flow ed i colli di bottiglia; analisi degli sprechi nel value stream; [introduzione al test delle ipotesi: il rischio a, il rischio b, il significato di P-tail, il test “f”, il test “t”; introduzione alla regressione lineare, analisi dei residui e degli outlier, Anova ad un fattore].
  • Improve: pensiero creativo; strumenti per la generazione di potenziali soluzioni; introduzione al DoE per Green Belt; soluzioni lean manufacturing (SMED, 5s, livellamento flusso); risk analysis delle soluzioni; priorizzazione delle soluzioni; condivisione della soluzione; validazione della soluzione; pilot test; il PDCA; il piano del cambiamento; lesson learned.
  • Control: l’implementazione della soluzione; il piano di implementazione; la tecnica Poka-Yoke; il piano di controllo; effettuazione del monitoraggio; [il controllo statistico di processo (SPC), le carte di controllo xR, il piano di campionamento e il rischio a e b]; l’espansione delle soluzioni; la definizione del long term owner del processo; la chiusura del progetto: consuntivazione economica, valutazione del team e comunicazione.

Celebra il tuo successo con noi!
Siete pronti al Piano Nazionale Industria 4.0?

L'industria Italiana sta per affrontare la 4° rivoluzione industriale, la più ampia, e sofisticata, mai ideata; per la prima volta nella storia delle evoluzioni industriali pianificata a livello nazionale. Siamo mentalmente pronti ad affrontare questa sfida che ci porterà a competere, come non mai, con colossi multinazionali? La risposta non può essere che una; in caso contrario il prezzo da pagare sarebbe troppo alto: la scomparsa di molte aziende dal mercato!

Lean Six Sigma
(Per maggiori dettagli: Speed and Quality: gennaio 2014)


Come possiamo pensare di affrontare una tale rivoluzione se non abbiamo adeguate competenze di base, ad esempio: gestione dei reparti produttivi in ottica di efficienza, analisi dei big data, capacità di prendere decisioni basate su dati e fatti, tecniche SPC e tecniche SQC? (Per maggiori dettagli: Speed and Quality: gennaio 2014)
.
Questo è un corso dedicato a tutti quei capi reparto e capi area che ogni giorno fronteggiano crescenti richieste di migliorare la qualità e l'efficienza... e spesso non vengono adeguatamente addestrati al raggiungimento di questi obiettivi; un corso che vi preparerà alla 4° rivoluzione industriale! Questo non è un corso sul miglioramento continuo (Freccia spuntata nelle tecniche di recupero efficienza!) ma un corso relativo alla migliore tecnica esistente per ridurre i costi, migliorare la qualità, aumentare l'efficienza nel più breve tempo possibile e, soprattutto, un corso per effettuare un cambiamento sostanziale di mentalità e di approccio alle problematiche industriali.


Il Lean Six Sigma (6s) è un metodo di lavoro altamente disciplinato e strutturato che finalizza le attività svolte (i progetti di miglioramento locali) al raggiungimento di benefici economici nell’ordine del 30-50%. Il Lean Six Sigma è anche un metodo di lavoro finalizzato ad ottenere un prodotto e un processo quasi perfetti, con conseguente aumento di competitività e redditività.


L’idea principale alla base del Lean Six Sigma è la seguente: se esiste la possibilità di misurare quanti difetti/errori ci sono in un processo, è possibile eliminarli sistematicamente fino a ridurli a zero!

Ma il Lean Six Sigma significa sopratutto “eliminazione di sprechi e raggiungimento di risultati economici”. Con il 6s si perseguono obiettivi di miglioramento di impatto economico, tecnico e di soddisfazione del cliente; si va alla ricerca sia dei “breakthrough”, ovvero di un cambiamento di sostanza, che di attività e processi a non valore aggiunto da rimuovere o rendere più efficienti. Nessun progetto 6s ha come obiettivo il miglioramento fine a se stesso: ogni progetto deve essere analizzato tenendo conto del rapporto costi - benefici e della redditività del progetto singolo. Il progetto deve essere giustificato, e successivamente approvato, con un’analisi dei risparmi ottenibili mediante il raggiungimento di obiettivi economici specifici.

Lean Six Sigma

I “Green Belt” a cui questo corso è dedicato, e i “Black Belt”, sono figure tipiche delle arti marziali giapponesi, prese in prestito per la definizione della struttura del Lean Six Sigma. Rappresentano quanto di meglio possa esserci nell’azienda per combattere l’inefficienza, le attività a non valore aggiunto e lo strapotere della variabilità che causano inevitabilmente errori, resi, scarti, prodotti inaffidabili, costi ingiustificati e burocrazia. I Green Belt e i Black Belt dovranno conoscere sia le tecnologie specifiche del prodotto e/o del processo, sia le tecniche Sei Sigma, le tecniche di lavoro di gruppo e di conduzione delle riunioni. L’iter formativo per questi tecnici è altamente specialistico ma i benefici e i risultati positivi ripagheranno ampiamente l’impegno. Il GB si differenzia dal BB non solo per la preparazione, ma soprattutto per il tempo che dedicherà al progetto; il GB non rappresenta una figura che si dedicherà a tempo pieno ai progetti di miglioramento ma svolgerà il suo consueto impegno con un'approccio professionale ed efficientista.


Testi del Docente sulla metodologia Six Sigma


Il corso si svolgerà nelle seguenti date:
Modulo 1 di 2 giornate: 27 - 28/Settembre 2017
Modulo 2 di 3 giornate: 11 - 12 - 13/Ottobre 2017
Modulo 3 di 2 giornate: 9 - 10/Novembre 2017
Modulo 4 di 1 giornata: esame (facoltativo) di fine corso 6/Dicembre 2017

Investimento:
Lean Six Sigma per Green Belt. Per una iscrizione. € 2900 +IVA;
Lean Six Sigma per Green Belt. Dalla seconda iscrizione. €2500 +IVA;